mppu international

twitterfacebook

Opinioni

Di MIchele Zanzucchi

 

macronImportante incontro, quello che si sta svolgendo in Africa, ad Abidjan, capitale economica e finanziaria della Costa d'Avorio, tra l'Unione europea e 55 Paesi africani rappresentati ai loro massimi livelli. Una première che potrebbe avere qualche buona ripercussione nelle relazioni tra i due continenti.

La crisi migratoria, in particolare la sua componente "economica", quella cioè che approda sulle nostre coste per motivi di povertà e non di conflitti, e che è principalmente di origine subsahariana, spinge da tempo l'Unione eruopea a lavorare per "aiutare gli africani a casa loro". L'espressione non è delle migliori, ma indica la presa di coscienza che le diseguaglianze eccessive tra i due continenti, in materia soprattutto economica, non possono continuare all'infinito. Perciò ecco il "Piano Marshall" (sembra di 55 miliardi di euro) che l'Unione vuole avviare con i partner africani.

La conferenza è da seguire con attenzione. Va segnalato il ruolo di Emmanuel Macron, che è arrivato in Africa in anticipo, in particolare facendo una tappa in Burkina Faso dove, nella capitale Ouagadougou, di fronte a 800 studenti nell'università locale, ha pronunciato un discorso in cui definisce la strategia francese (ed europea) nel Continente nero. Un atteggiamento post-colonialista (finalmente!) e un richiamo alle più importanti questioni del momento e del futuro. Terrorismo, cambiamenti climatici, demografia, urbanizzazione e democrazia. Soprattutto ha promesso a più riprese che «la Francia non darà lezioni». Che sia vero? Vedremo come andrà il summit. Una piccola speranza s'accende per un vero cambiamento di atteggiamento dell'opulento e altezzoso Nord verso l'Africa.

Intanto, per chi legge il francese, vi invito a leggere quest'articolo di Le Monde.

condividi questo articolo

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.