mppu international

twitterfacebook

Geneva talks228 gennaio 2016 – Alla vigilia della Conferenza di Ginevra che si propone di porre fine a cinque anni di guerra, l’inviato speciale dell’ONU prende l’iniziativa di rivolgersi direttamente al popolo siriano, che le Nazioni Unite non intendono abbandonare.

Il mio messaggio oggi intende raggiungere ogni uomo, ogni donna, ogni bambino siriano, dentro e fuori la Siria, nei campi dei rifugiati o dovunque vi troviate”, ha dichiarato Staffan de Mistura in un video appositamente registrato.

Contiamo su di voi, che alziate la vostra voce per dire “khalas", è abbastanza, per dire a ciascuno di coloro che stanno raggiungendo questa Conferenza – dalla Syria e dal resto del mondo – che ci sono aspettative su di loro, che occorre essere certi che la loro visione, la loro capacità di giungere ad un compromesso di pace in Siria produca effetti adesso,” Abbiamo sentito la vostra voce, quando avete ripetuto, dovunque abbiamo potuto ascoltare voi, popolo siriano, donne uomini e bambini della Siria: “E’ abbastanza, ‘khalas, kefaya,’vi sono state abbastanza uccisioni, morti, torture, prigioni”.

Avete visto abbastanza conferenze, due di esse hanno già avuto luogo. Questa non può fallire.

Invitando a prendere parte ai colloqui di Ginevra, Mr. de Mistura ha affermato di essere consapevole delle difficoltà di porre fine ad una guerra che ha ucciso più di 250 mila persone, costretto all’esilio oltre 4 milioni fuori dal Paese e 6,5 milioni dentro il Paese, e ridotto 13.5 milioni di siriani in una condizione di urgente necessità di aiuto umanitario.

La parola che avete ripetuta è stata “abbastanza,” abbastanza edifici distrutti, abbastanza bombe sulle città, abbastanza persone umiliate e costrette a divenire rifugiati e a morire nel Mediterraneo.

“Abbiamo sentito tutto ciò da voi. Ora abbiamo bisogno che facciate sentire la vostra voce a tutti coloro che prendono parte alla conferenza, per dire che questa opportunità non può essere perduta.”, ha dichiarato.

Le Nazioni Unite non vogliono deludervi. Non abbandoneranno il popolo siriano, ma è necessario che voi sentiate che questo è il momento, che noi faremo tutto il possibile.”, ha sottolineato.

Mr. de Mistura ha inoltre detto che la Conferenza di Ginevra inizierà con i prossimi colloqui che continueranno per sei mesi, con il Governo e con le delegazioni dell’opposizione in sedi separate e i funzionari dell’ONU che che negozieranno tra di esse, con l’immediata priorità di un cessate il fuoco, dell’aiuto umanitario, nell’incognita delle condizioni poste dall’ ISIL.

I colloqui partono da un accordo raggiunto a Vienna in novembre dal Gruppo internazionale di Supporto alla SIria (ISSG), che comprende la Lega Araba, l’Unione Europea, le Nazioni Unite e 17 Paesi inclusi gli Stati Uniti e la Russia, parti di un comune sforzo di porre fine alla guerra con un accordo su una nuova governance, una nuova costituzione e nuove elezioni.

Fonte: http://www.un.org/

condividi questo articolo

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
 co governance

17-20 GENNAIO 2019

Castel Gandolfo

Roma - Italia

Pubblicazioni

Disarmo

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.