mppu international

twitterfacebook

Banner01genE se invece di persone in fuga, si muovessero i beni ?

Non per espansioni commerciali, speculazioni, traffici, conquiste … No.

Ma perché sono beni dell’unica famiglia umana.

Beni comuni da gestire con la partecipazione di chi abita le terre in cui i beni esistono o sono prodotti, da trattare nel rispetto dell’ambiente, da destinare a chi ne ha reale bisogno.

Allora migrare sarà una libera scelta, le armi diventeranno inutili (e chi le produce e le traffica sarà rimandato a mani vuote), sarà prosciugata l’acqua della miseria e del risentimento di cui si alimenta il terrorismo, tante aree del pianeta potranno riprendere un cammino di crescita nella giustizia e nella libertà e i popoli potranno rispettarsi e sostenersi a vicenda.

Una sfida politica enorme. Difficile. Ma i fatti dicono che non è più rinviabile.

CHE IL 2016 VEDA L’INIZIO DI QUESTI CONCRETI PASSI DI PACE.

CHE LA POLITICA, LOCALE E INTERNAZIONALE, POSSA COGLIERE QUESTA SFIDA !

condividi questo articolo

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
 co governance

17-20 GENNAIO 2019

Castel Gandolfo

Roma - Italia

Pubblicazioni

Disarmo

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.