mppu international

twitterfacebook

Notizie

In quattro città brasiliane, dialoghi, scambio di esperienze e una più ampia conoscenza dei principi di una nuova cultura economica.

di Mariele Felipak

WhatsApp Image 2017 03 29 at 08.15.30Pur in contesti e situazioni diverse, lo scopo con cui ci si è riuniti a Londrina e Curitiba, nello stato del  Paraná, a Caruaru, nel Pernambuco e Vargem Grande Paulista, nello stato di San Paulo era quello di  approfondire, diffondere e contribuire allo sviluppo di una nuova cultura economica.

A Caruaru (130 km da Recife), l'argomento del dialogo era la Responsabilità Sociale. L'incontro è iniziato con la presentazione di una tesi di laurea, realizzata dallo studente Jerson Pereira, sul lavoro di un’impresa a Igarassu, Nord-Est del Brasile. Nell´occasione si sono riuniti docenti universitari, studenti del corso di Scienze Politiche, imprenditori e lavoratori. “Siamo un piccolo gruppo di persone interessate all' Economia di Comunione. Stiamo all´inizio, ma vogliamo far crescere non solo il gruppo, ma anche la nostra conoscenza sull'EdC”, dice Andreza Lucas, docente appartenente al nucleo nato a Caruaru.

Londrina reuniãoAnche nella città di Londrina (Paraná) si è svolto un incontro di conoscenza e approfondimento di Edc. Ozeias Gomes, presidente dell´Odonto Excellence, franchising odontoiatrico con più di 400 unità in Brasile ha sottolineato che:“l´Economia di Comunione genera nuovi valori nelle aziende e nelle relazioni umani all'interno delle imprese”. Ana Paula Guerra – direttrice di banca molto attiva nel progetto EdC– ha affermato che momenti d´incontro e scambio contribuiscono a rafforzare i principi del progetto. “Avere uno sguardo diverso e responsabile è il nostro ruolo nell´economia e nella società. Soltanto così potremo trasformare la realità attuale e diminuire la disuguaglianza. È il primo passo per l'inclusione sociale”.

WhatsApp Image 2017 03 30 at 23.26.55

A Curitiba – nel sud de Brasile – l'incontro è stato dedicato all'aggiornamento sull´incontro dell´EdC con Papa Francesco, al quale alcuni dei presenti avevano partecipato. Nell´occasione Luiz Carlos Benner, consulente fiscale e amministrativo, ha affermato: “L´Economia di Comunione è stata per me una scoperta su come contribuire, con il mio lavoro, alla crescita delle persone che mi stanno accanto. Ed è anche un strumento nella nostra crescita personale”.

A Vargem Grande Paulista (San Paolo) si trova il Polo Spartaco, dove sono insediate aziende che mettono in pratica i principi dell´Economia di Comunione. Al Polo si è stata organizzata una ‘colazione tra amici’ a cui erano invitati imprenditori interessati a valorizzare le relazioni nei loro ambienti e promuovere trasformazioni nelle loro attività aziendali. Per Thiago Borges – gestore del Polo Spartaco e responsabile dell´iniziativa – l´occasione è stata importante per iniziare a tessere una rete di imprenditori che si preoccupano di qualcosa che va al di là del risultato economico e del lucro imprenditoriale.

Ancora non sappiamo quale sinergie questa rete potrà creare e che impatto potrà avere nei nostri affari nella regione. Comunque, siamo contenti di avere iniziato a identificare queste imprese e di aver creato un contatto tra noi e con il Polo”. Alla fine sottolinea che per ora, “´l´importante è promuovere la comunione e permettere che le azioni e le idee sorgano dalla realtà della comunione”.

Fonte: www.edc-online.org

condividi questo articolo

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

 

To follow us, just find

  Europe time to dialogue

on Facebook

Pubblicazioni

Disarmo

 co governance

17-20 GENNAIO 2019

Castel Gandolfo

Roma - Italia

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.